?

Log in

No account? Create an account

ciao 2011

 Il 31 dicembre scorso iniziavo il nuovo anno a Parigi, avevo tanti progetti per questo 2011 e salutavo un 2010 davvero bello, pieno di nuove esperienze, obiettivi raggiunti, nuove amicizie, viaggi, concerti, ma anche perdite e sofferenze.
Come dicevo, avevo tanti progetti e tanti sogni. Quanti ne sono riuascita a portare a termine? Quanti ne ho realizzati?Contro ogni aspettativa, tutti. Ed anzi, sono successe cose per le quali non avevo avuto nemmeno il coraggio di sperare all'inizio dell'anno.
E' stato un anno senza precedenti, ho faticato molto e tutto quello che ho ottenuto me lo sono guadagnato tra lamenti, angoscia e sacrifici. E' stato l'anno degli abbracci, alcuni tristi dati ad amici con il cuore in frantumi, altri forti forti dati alla mia ossessione in mezzo ad Istiklal Caddesi e infine quelli di stamani un po' tristi e malinconici dati ad un piccolo Giacomino in partenza per il viaggio della vita.
Adesso non mi resta che aspettare un altro anno per vedere cosa riuscirò a fare in questo 2012. Di progetti ne ho tanti, alcuni già sicuri, altri sempre in fase di formulazione. Quindi pronti. Partenza. Via. Perché sarà un lampo ritrovarsi qui di nuovo a tirare le somme di questo anno che deve ancora iniziare!


Insomma.
Secondo me è ufficialmente un coglionazzo.
Ma un coglionazzo per davvero.

Un coglionazzo figo, che sa di essere figo, ma comunque un coglionazzo.

ah.
E' periodo di illuminazioni questo.
E di serenità, nonostante tutto.

Già. E' serenità questa.
Mi piacerebbe che la realtà fosse come un film di Myazaki.

Sep. 4th, 2009

Aprire Joy of baking.
Leggere qualche ricetta, guardare le foto.
E rilassarsi.
Mi basta davvero questo per sentirmi felice ora.


Cazzo come mi annoio. Ed è solo da venerdì che ho finito gli esami.
Che noia.

Mal di stomaco

La mia testa è già in vacanza anche se mi manca l'ultimo esame di questa estate.
Inoltre mi devo ricordare di levare il cocomero dal frigo un po' prima di mangiarlo, visto che adesso sono qui con un mal di stomaco allucinante.
Umpf.

Sinceramente....

...trovo IRRITANTI i gruppi di solidarietà su facebook  per le vittime del terremoto.
Ma IRRITANTI a bestia direi.
Ti accorgi di essere veramente sfigata quando, leggendo gli esiti di un awards fanfictionesco relativo a twilight, conosci tutte le fanfiction nominate e hai iniziato a leggerle tutte, avendone finite si e no 3!

Comunque la serata twilight con Luigino e co si sta avvicinando.... evviva evviva!

so, screw you all!

Più passa il tempo più mi accorgo che non so cosa sia il perdono. Posso perdonare a parole, ma nei fatti io non dimentico, non passo sopra a nulla, ma soprattutto non perdono. Mai.